Blog Post

Gradazione delle lenti a contatto: guida alla scelta

Lenti a contatto ed occhiali non funzionano sull’occhio in modo identico. Una questione di distanze. Infatti, la gradazione delle lenti a contatto, in alcuni casi, non corrisponde esattamente a quella prescritta per gli occhiali. Ciò spesso genera confusione e una certa dose di incertezza al momento dell’acquisto, soprattutto se fatto on-line. Cosa fare quindi per sfruttare in sicurezza una delle tante vantaggiose offerte presenti on-line?.

Innanzitutto, prima di indossare le lenti a contatto la prima cosa da fare è effettuare le dovute visite: dal medico oculista, per accertare il tipo di difetto e di correzione opportuni, e dal tecnico optometrista poi, per effettuare prove di tollerabilità e scegliere il modello di lente a contatto più adatto. Sia l’uno che l’altro saranno in grado di rispondere a qualsiasi domanda e sciogliere ogni dubbio al riguardo. Ma se ancora incerti, ribadiamo un paio di semplici concetti riguardo la gradazione delle lenti a contatto rispetto a quella degli occhiali.

Indicativamente, fino alle 3 diotrie la gradazione rimane la stessa. Oltre, cambia di circa 0.50. Nel caso dei miopi si abbassa, in quello degli ipermetropi si alza. Ovviamente, le variazioni di diottrie può indicarle solo e soltanto il medico oculista.

Una volta stabiliti tipo e gradazione adatti al proprio caso, è possibile finalmente acquistare le lenti a contatto. Certamente internet ci offre un’ampia scelta a prezzi accessibili e competitivi. Si possono anche sfruttare sconti e promozioni molto più facilmente ottenendo, qualora le lenti vengano combinate con i relativi liquidi, un risparmio che può addirittura arrivare al 50%.

Dubbi sulle caratteristiche delle lenti a contatto? Cerchiamo di capire ancora meglio.

Le lenti a contatto possono essere di due tipi: sferiche, per correggere i difetti di miopia e ipermetropia, e toriche, per correggere l’astigmatismo. Questa è la prima grande divisione. Ma veniamo ai parametri indicati sulle confezioni delle lenti:

D o PWR. La diottria, o potere della lente, corrisponde alla gradazione. Sulle confezioni, viene indicata con la lettera D o con la sigla PWR, che sta appunto per power, potere.
DIA. Invece la sigla DIA è un’abbreviazione che sta per diametro, ovvero un ennesimo parametro di misurazione, che, come sempre, deve essere preso direttamente dall’ottico.

Per quanto riguarda gli astigmatici, ci sono altre caratteristiche della lente indicate sulla confezione.
CYL. Una è il cilindro, indicato con CYL, relativo alla gradazione;
AX. L’altra è l’asse, ancora relativa alle diottrie, indicata stavolta con la sigla AX.

Bene, ora non vi resterà che procedere con l’acquisto. Buona scelta!