Blog Post

Lenti a contatto rigide

Le prime lenti a contatto immesse sul mercato furono le lenti a contatto rigide, particolarmente indicate per un uso correttivo di miopia e astigmatismo. Con il tempo il loro uso è diminuito fino quasi a rischiare di sparire dal mercato ma ancora oggi restano le uniche in grado di correggere difetti visivi di una particolare entità.

Le lenti a contatto rigide per uso correttivo di miopia e astigmatismo hanno avuto la loro massima diffusione negli anni ottanta e novanta. Con l’introduzione delle lenti a contatto morbide, monouso o semirigide gas permeabili, la diffusione delle lenti rigide ha avuto una diminuzione perchè meno confortevoli. Ciononostante, sono indicate particolarmente per miopia superiore alle otto diottrie e astigmatismo superiore alle tre diottrie, ovvero in quei casi dove ancora oggi le altri lenti a contatto sul mercato ancora non danno risultati apprezzabili.

Non essendo permeabili ai gas, l’ossigenazione avviene solo tramite il movimento della palpebra che fa muovere anche la lente a contatto e la lacrimazione.
Le lenti a contatto rigide sono composte da un materiale non flessibile, il polimetilmetacrilato, meglio conosciuto come PMMA, che è di facile pulizia e questo rappresenta un vantaggio. Inoltre, la durata nel tempo rende le lenti a contatto rigide per la correzione di miopia e astigmatismo una scelta economicamente vantaggiosa.

Lo svantaggio principale delle lenti a contatto rigide è la necessità di un periodo di adattamento lungo, dal momento che l’occhio è molto più sensibile a questo tipo di lente rispetto alle morbide, quindi all’inizio è opportuno procedere gradualmente indossando le lenti a contatto rigide solo per alcune ore al giorno. Nel caso in cui dopo l’adattamento si dovesse ritornare agli occhiali, nel momento del ritorno alle lenti dovrà essere ripercorsa la fase di adattamento. Questo uno dei pochi svantaggi insieme al possibile fastidio in caso di attività sportiva. Oltre ciò, esse risulteranno comode e, rispetto alle morbide, molto più adatte a risolvere il problema dell’astigmatismo proprio perché non si “rovinano” con il movimento delle palpebre e quindi permettono una visione più nitida ed un maggiore comfort visivo.

Per quanto riguarda l’acquisto, una volta ottenuta la prescrizione medica, un modo facile e vantaggioso per scegliere le migliori lenti a contatto rigide resta la navigazione on line. Spesso è difficile nei negozi di ottica trovare le lenti rigide adatte al nostro problema e occorre ordinarle anche perché, come detto, poco usate e quindi difficilmente disponibili. Il problema invece non sussiste on line dove l’assortimento di marche e correzioni è infinito e le consegne avvengono in tempi rapidi. Il secondo vantaggio dell’acquisto on line è la possibilità di confrontare i prezzi, aderire a promozioni ed ottenere così degli sconti che possono arrivare anche al 50% del prezzo che si otterrebbe nei negozi di ottica.